Facebook

Biografia

Olga Merli nasce a San Benedetto del Tronto nel 1974. Dopo il trasferimento a Firenze per motivi di studio nel 1996, torna nelle Marche, nella splendida cornice della Riviera delle Palme dove tutt’ora risiede.  La sperimentazione creativa e la passione per la scrittura, sono stati il fulcro principale sul quale si sono innestati i  primi tentativi di architettura compositiva.

Dopo aver subito il fascino e azzardato la fusione tra rappresentazione onirica e flashback nel  primo racconto “Memorie di un assassino”del 2011, all’interno della Collana Noir  Antologia DieciLune – Anime Buie, ha tentato di armonizzare   il trasferimento di contenuti emozionali nella scrittura, attualizzandoli all’interno di  contesti creativi plausibili senza rinunciare alle sfumature del sogno e all’uso costante delle sensazioni tattili: colori, forme, essenze e silenzi che si alternano nei racconti, ponendosi sulla scacchiera virtuale del vissuto dei protagonisti, dove i tasselli e gli espedienti narrativi che compongono il puzzle sono concessi a piccole dosi, fino  alla composizione e allo scioglimento finale nel Climax. Grazie agli studi umanistici, specificatamente in Psicologia ed in seguito in Sociologia e Criminologia presso l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti, tenta di elaborare nei suoi racconti,  una tensione narrativa e un vissuto dei protagonisti carichi di risvolti emozionali ed inconsci, spesso delineati attraverso la lente deformante dei ricordi, della memoria, della follia. Articolista esperta nel settore della cronaca nera e del “Cold Case” collabora con diverse realtà anche sul web tra cui il portale “Cronaca-Nera.it”.  Dopo aver aderito  al Laboratorio di Semiotica del Linguaggio del Cinema, frequentando, nel 1998, il Corso Sperimentale ” Dissolvenze – Incontro tra Psicologia e Cinema”, si dedica allo studio della Grammatica della Scrittura Cinematografica ed in seguito si iscrive al  Master in Tecniche di Narrazione a Roma e viene ammessa alla Scuola di Alta Formazione per Sceneggiatori e Registi Cine-Televisivi guidata da Mariella Buscemi e Arcangelo Mazzoleni, dove si concentra sulla Scrittura per Immagini. Numerose le partecipazioni ad iniziative di Editing e Scrittura Creativa come la frequenza al Workshop di Christian Raimo della Minimun Fax Editore e quello sulla scrittura di genere, con Francesco Muzzopappa della Fazi Edizioni. Nel 2015, il suo racconto “Una notte d’Agosto- Storia di Eva” viene premiato al Concorso Letterario Nazionale “Lea Garofalo – Donne sopra le righe”.  L’autrice ha dato inizio alla sperimentazione sul “Realism and Drama” e, ultimamente si è cimentata in un genere nuovo, l’Eros, ultimando il suo primo romanzo di questo genere e partecipando, nelle vesti di sceneggiatrice, alla Siffredi Hard Academy, esperienza che verrà raccontata all’interno del Docu-reality “Casa Siffredi”, in onda, su La5.